Segui Giuseppe Speziale sui Social Network

I dati del Programma Nazionale Esiti 2016 ci posizionano tra le migliori cardiochirurgie italiane

A cura di:
Coordinatore nazionale della Cardiochirurgia di GVM Care & Research. Cardiochirurgo Specializzato nel trattamento Cardiochirurgico Mininvasivo e Nanoinvasivo della valvola mitrale.
I dati del Programma Nazionale Esiti  2016 ci posizionano tra le migliori cardiochirurgie italiane

Sono stati diffusi in questi giorni  i dati del Programma Nazionale Esiti  2016 pubblicato da Agenas  -  ente pubblico nazionale non economico  del Ministero della Salute  che collabora con il Ministero della Salute per la valutazione della efficienza e della qualità degli ospedali italiani. Anche quest’anno GVM Care & Research, vede nell’ambito cardochirurgico molti dei suoi ospedali privati accreditati con il Sistema Sanitario Nazionale collocati ai vertici delle classifiche non solo delle singole regioni di appartenenza, ma anche a livello nazionale. Stando ai risultati della indagine, le nostre unità operative hanno brillato per ottime performance.
E’ il caso ad esempio di Villa Torri Hospital di Bologna, è prima in Emilia Romagna e terza in assoluto in Italia per le procedure di bypass aortocoronarico. Non solo, per gli interventi di valvuloplastica o sostituzione di valvole cardiache isolate è al settimo posto della graduatoria nazionale.

Città di Lecce Hospital, uno dei cinque presidi GVM in Puglia, ha meritato il quarto posto assoluto in Italia, per il numero ridotto di decessi in seguito a interventi al cuore. L’ospedale del Salento ha riportato il minor tasso di mortalità a 30 giorni dall’intervento di sostituzione e/o riparazione delle valvole cardiache. 
Ottimi risultati si registrano anche nella gestione dell’infarto miocardico acuto e dei pazienti affetti da scompenso cardiaco: questo vale sia per Città di Lecce Hospital che Anthea Hospital di Bari.

Nella classifica ministeriale troviamo anche Ospedale Santa Maria, la struttura entrata nel Gruppo un anno fa, con il primato regionale per la riparazione degli aneurismi della aorta addominale (non rotti). La struttura di Bari ha ottenuto una percentuale pari a 0 nell’indice di mortalità ad un mese esatto dall’esecuzione degli interventi alla aorta addominale, ed è inoltre risultata seconda nel panorama pugliese in volume di ricoveri per valvuloplastiche e sostituzioni di valvole cardiache.

Il riconoscimento del Ministero della Salute comporta un’enorme soddisfazione per me come coordinatore delle Cardiochirurgie GVM, per la mia equipe e per le Unità Operative di Cardiochirurgia degli Ospedali GVM Care & Research.

Questi risultati confermano il percorso di cambiamento e di svolta da noi intrapreso per raggiungere un solo obiettivo: la migliore terapia per il paziente. Le performance delle nostre Unità Operative sono di assoluto rispetto anche a livello nazionale e sono il frutto degli investimenti di GVM in formazione medica specialistica, ricerca e tecnologia

Condividi questo articolo: